Estate: Tempo di cambiamenti

Il pezzo che segue è forse un po’ troppo riflessivo e pieno di buoni propositi.

Un’altra estate sta per terminare. Lo si vede dalle giornate più corte, dall’aria più fresca della sera e dalla voglia di non ricominciare. Ogni anno è così. Ci aspettiamo quasi sempre qualcosa che non arriva: una vacanza, un amore o magari un lavoro. Si aggiunga che questo periodo non è particolarmente esaltante, e ogni mossa sembra sbagliata. Eppure in un tempo di profonda incertezza c’è una speranza che alberga in ognuno di noi. Quei buoni propositi di cui non riusciamo a farne a meno. Forse è la stessa estate che ce li detta, sono nell’aria e noi li riusciamo a percepire. Basta un profumo, un sorriso nel verso giusto, un rumore e subito la nostra mente inizia a progettare.

Parti dal basso, per paura che tutto possa affossarsi in poco tempo. Così lentamente inizi a costruire un nuovo mondo attorno a te. Confidi nel miglioramento, speri che quello che stai facendo sia davvero unico. Speri che sia la volta buona per cambiare radicalmente l’approccio alla vita. Se non ora quando? Proprio nel momento in cui tutti gettano la spugna devi lanciarti in nuove avventure. Non sarà facile. Questi moniti non devono solo essere degli autoconvincimenti lasciati su un foglio, disperso in un blog, ma dei veri e propri consigli.

Cominci a scrivere e il resto viene da sé. Per la prossima stagione autunnale bisogna non aver paura di nulla. Buttarsi su tutto, con la convinzione che il contributo che stiamo dando sia determinante. Nella peggiore delle ipotesi può essere solo un tentativo. E si sa un tentativo può essere spesso un fallimento, ma allo stesso tempo è un momento di crescita. Se la fortuna non volta le spalle, questa prova può essere importante per il futuro. Come conseguenza a tutto ciò, conviene dare il massimo in quello che si fa. Non c’era bisogno di dirlo, ma alcune volte giova ripetere. È il cammino nel tempo che ci rende più saggi e forse più vecchi. L’essere propositivi per noi stessi e gli altri dovrà essere il motore della prossima stagione. Se l’aiuto non arriva, agiamo da soli, qualcuno accoglierà le nostre proposte, brutte e folli che siano. C’è sempre qualcuno più pazzo di noi. In fondo se non ci fosse saremmo quasi tutti uguali.

Basta urlare, gridare allo scandalo quando non ce n’è motivo. È necessario focalizzare la propria energia su ciò che può renderci migliori. La paura di non farcela dei mesi scorsi è troppo vicina, e solo quando siamo stati attaccati alla vita, ne abbiamo compreso appieno il senso. Questo deve solo migliorarci. Non sarà facile conservare quella lezione, anzi, qualcuno l’ha già dimenticata, ma quei pochi che ancora l’hanno in mente, devono fare di tutto per ricordarla ogni giorno. Il tempo non va sprecato e ogni giorno sarà speciale e fatto di cose nuove. Cambiare spesso direzione è l’unico modo per non annoiarsi. A te che leggi un po’ sfiduciato e pensi che non ci siano alternative. A te che stai pensando come campare il prossimo anno. A te che dovrai chiedere i soldi ancora ai tuoi genitori e un po’ te ne vergogni, perché i tuoi amici lavorano e tu non riesci. Non aver paura. Se la tua idea è propositiva, in un lampo recupererai tutto quello che hai perso. Persegui sempre lo stesso obbiettivo, anche nei modi più stravaganti, anche se qualcuno ti scoraggerà. Se credi che quella sia la strada giusta non mollarla, percorrila da tutte le strade secondarie che conosci. Evita le scorciatoie, perché causeranno solo infelicità.

Infine a te giovane come me che sto scrivendo: ribellati se le cose non vanno bene. Ribellati se questo sistema ti sta affamando e ti rimane come unica strada l’emigrazione. Ribellati davvero, non scrivere solamente post indignati su qualunque social. Anzi utilizza questi ultimi per denunciare i soprusi che subisci, in modo da far cassa di risonanza, per tanti giovani. Ognuno prenda coraggio, lotti e poi serenamente torni a sorridere. Se tutto questo sarà possibile il futuro farà meno paura. Ma se anche la metà delle cose scritte si realizzeranno si potrà essere in qualche modo soddisfatti, con l’augurio che le restanti vengano sistemate nel giro di poco tempo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...