Il Sentiero si allarga: Località Civitelle

Quando sembra davvero di essere a un passo dal cielo e dalla vita primordiale.

Un altro sentiero è stato riscoperto, tracciato e mappato. A Frosolone (IS), da qualche anno, un gruppo di volontari coordinati dall’ Associazione culturale Centro Storico sta cercando di dare vita a dei percorsi alternativi. Stanno emergendo le vecchie arterie che un tempo, in assenza di asfalto, collegavano il paese. Si sta scoprendo un tragitto molto esteso, che raccoglie al suo interno storia, cultura e convivialità. Già, perché il nuovo sentiero che è stato risistemato si chiama Civitelle. Un nome dal passato importante, si tratta di alcuni insediamenti sanniti che risalgono al IV-III secolo A.C. Probabilmente erano delle mura difensive, che la popolazione utilizzava per proteggersi dagli attacchi romani, o da altri popoli. Di fianco compaiono i rifugi dei pastori e tanta natura. Senza considerare che c’è una vista a 360 gradi dell’ambiente circostante. Nelle giornate in cui il cielo è limpido l’occhio vede il mare. L’Appennino e la sua Falesia offrono una gradevole visione. In più ci sono piante selvatiche, alcune commestibili e decisamente saporite.

Si parte da un’altezza di 900 mt circa fino ad arrivare a 1200 mt. Il percorso si snoda in salita, lungo un sentiero a tratti impervio, ma che comprende anche vie accessorie dalle quali è possibile arrivare in cima. Con un discreto equipaggiamento si può raggiungere la vetta senza problemi. Lungo il percorso si trovano diverse indicazioni che facilitano ancora di più la salita. Il consiglio è di andare piano, per gustarsi il paesaggio, la camminata e la natura che può regalare grandi momenti.

Un passato mitico a cui negli anni non è stato dato un giusto peso. Ora potrebbe essere un’occasione imperdibile per rilanciare non solo un sentiero per gli amanti del trekking, ma anche per gli appassionati di storia antica. Si può imparare la cultura della convivialità. Lo stare insieme aiuta ad affrontare meglio le proprie paure, migliora il confronto e garantisce un benessere interiore. Questi stati d’animo hanno attraversato chi sta scrivendo. Raggiunta la cima è come se avvenisse una liberazione, oltre che una purificazione dei propri polmoni. Non si sentirà caldo o freddo, ci sentiremo soltanto meglio. Civitelle insegna che fermarsi ad osservare lo spazio circostante può aprirci ugualmente la mente. Riemergono posti che prima sembravano sepolti. Luoghi che probabilmente non sono apprezzati fino in fondo dalla popolazione locale, ma che all’estero o nel Nord Italia varrebbero una fortuna. I volontari che ci stanno lavorando l’hanno capito e faranno di tutto per proteggere la loro ricchezza. Civitelle è sinonimo di leggerezza, di passione e amore per la propria terra. Rivalutarlo, significherà tutto questo. Appena sarà ultimato, tutti potranno godere della sua pace.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...