Un piccolo mondo antico: Il Sentiero delle Fonti

Quando un percorso naturale fa riscoprire una comunità.

Quando puoi vedere tutto questo

Negli ultimi anni si utilizza sempre più l’aggettivo green, che in italiano vuol dire “verde”. Non si tratta di qualcosa di astratto, ma corrisponde a un’idea ben precisa: la rinascita dei sentieri montani e marittimi. Se fino a pochi anni fa, quando si parlava di sentieri o percorsi a piedi, si pensava al Cammino di Santiago de Compostela, in Portogallo, oppure al Sentiero degli Dei, in Italia, precisamente in Campania, oggi stanno nascendo dei piccoli cammini in altre realtà. È il caso di Il Sentiero delle Fonti, un percorso che sta emergendo, grazie al lavoro dei volontari, a Frosolone (Is).

È un piccolo tesoro verde nascosto tra la folta vegetazione, riprende le vecchie strade di accesso al paese. Il suo nome deriva dalle fonti che circondano il sentiero, quelle vicine a corsi d’acqua che un tempo – ma in qualche caso ancora oggi – servono per far abbeverare gli animali. In un paese collocato a circa 900 mt dal livello del mare e con una grande affluenza di bacini idrici, riscoprire qualcosa del genere era un atto dovuto. È un ritorno a un passato più o meno recente, una grande valorizzazione del territorio. Specialmente quest’anno, nel 2020, si è riscoperta una grande propensione all’ambiente. Di fianco ai corsi d’acqua stanno riemergendo anche le antiche strade mulattiere, le pietre bianche che asfaltavano il sentiero, i vecchi ponti, tra cui Pond Patet, qualcosa che i miei coetanei avevano sentito nei racconti dei nonni. Un piccolo mondo antico, come direbbe Antonio Fogazzaro, riemerge nell’epoca post-industriale.

l’acqua che sgorga sotto Pond Patet

La riscoperta di tutto questo comporta un gran lavoro. Infatti da subito si è mobilitata un grande porzione di frosolonesi. Padri e figli, amici, conoscenti di una vita stanno collaborando con entusiasmo a questo progetto. Chi non riesce a partecipare dà una mano come meglio può. D’altronde in un paese quando viene intrapreso qualcosa di utile, nessuno è davvero escluso. Anche chi critica. Al fianco dei volontari compaiono anche i muratori locali, che oltre a dispensare consigli, forniscono materiali. Tra i collaboratori si annovera l’Amministrazione Comunale, che ha dato l’autorizzazione a procedere ai lavori lungo i sentieri. Il sindaco e la sua giunta, dopo aver approvato con una delibera la nascita del Sentiero delle Fonti, hanno fornito ai volontari un supporto logistico (mezzi comunali, attrezzi per il giardinaggio, solo per citare qualcosa).

Per adesso i volontari guidati da Cesare, stanno lavorando su diversi punti. Appena ripulito il tratto del sentiero, essi cominciano ad abbellirlo: in una località si stanno compiendo alcuni murales; in un altro punto, dopo aver ristrutturato alcuni oggetti del passato, si sta pensando di arricchire il prato con sedie, tavoli. Tutto avviene all’insegna del riciclo, del rispetto della natura e dell’ambiente. In caso contrario il progetto sarebbe privo di senso.

Questo è solo un breve resoconto di quello che sta succedendo nel comune molisano, il resto va scoperto di persona. Scrittura Scomposta seguirà tutti gli aggiornamenti e informerà, nel migliore dei modi, su aperture dei sentieri e curiosità. L’augurio, oltre a un sentito “grazie” è che le prime vie si aprano al più presto, in modo da far scoprire una Frosolone più antica e sicuramente più autentica. Questo è il primo passo per la rinascita delle comunità rurali.

Per motivi di lunghezza non basterebbe un articolo per ringraziare tutti coloro che si sono adoperati dal primo momento. È qualcosa di sorprendente, oltre che vantaggioso in prospettiva. È il sintomo di una comunità che si unisce in nome di un bene superiore: la propria terra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...