Un minuto e Qualcosa: Il passato che parla al futuro

Come vorremmo essere tra vent’anni? Oppure che cosa stavamo facendo in quel preciso momento? È nato finalmente un podcast che ci permette di raccontare questo e molto altro.

Parlare della realtà, farlo senza paura e in assoluto anonimato è l’obiettivo che si sono posti tre ragazzi provenienti da diverse regioni: Emilia Romagna, Lombardia e Toscana. Loro sono Francesco Zani, Shadi Cioffi e Giovanni Sabatini. Hanno deciso di creare un podcast dal titolo Un minuto e qualcosa. Si tratta di un’idea già messa in pratica qualche anno fa, ma in questi giorni per la sua semplicità e soprattutto immediatezza si sta rivelando molto utile.

L’iniziativa si basa sul modello delle vecchie radio anni ’70 e ’80 (il periodo d’oro), ma trasferito sul web. Passato e presente s’incrociano, si fondano fino a creare qualcosa di nuovo, considerato il boom dei podcast negli ultimi anni. Questo, a differenza di altri, è diverso, perché è l’ascoltatore, o meglio l’utente a creare i contenuti. Tutti hanno la possibilità di registrarsi per un minuto o poco più, ed esprimere un proprio punto di vista su qualsiasi argomento restando assolutamente anonimi. Così c’è chi parla del futuro, chi descrive la vita in quarantena di questi giorni, chi recita un estratto di un film, chi legge un libro…

Le idee sono tante e tutte a loro modo possono essere interessanti. Belle o brutte non importa, ciò che conta è esprimersi, parlare e soprattutto aprirsi. In questi giorni difficili sentire una parola amica, un grido di rabbia o di speranza può fare la propria parte. Vicini anche se distanti geograficamente, questa è la grande forza di Un Minuto e Qualcosa. Basta questo tempo per sfogarsi, per rilassarsi, per confessare le proprie paure e i propri progetti.

Finora sono state raccolte numerose voci, ma ne continuano ad arrivare. Ognuno può avere il suo minuto per raccontare e raccontarsi. Tutti possiamo sentirci una parte di questo puzzle. È un esercizio davvero divertente, basta poco per passare il tempo e soprattutto imparare qualcosa di nuovo dalla vita. O forse dalle vite altrui, prenderne esempio e capire davvero chi vogliamo essere. Un training autogeno gratuito, che può aprire gli occhi al mondo e guardare tutto da più prospettive.

Per maggiori informazioni visitate il sito: www.unminutoequalcosa.it; la pagina Facebook: https://www.facebook.com/unminutoequalcosa/

Un pensiero riguardo “Un minuto e Qualcosa: Il passato che parla al futuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...