Achille Lauro ovvero l’antieroe

Come afferma Guccini: “Gli eroi sono tutti giovani e belli”; il cantante romano possiede la bellezza, la giovinezza e la sofferenza del suo breve trascorso di vita.

Dopo le polemiche seguite all’esibizione di Achille Lauro a Sanremo è necessario fare alcune considerazioni, capire bene cosa si nasconde dietro le sue canzoni, e magari analizzare le sue origini.

In molti, conoscendolo poco, o semplicemente odiandolo a priori per il suo atteggiamento, hanno gridato allo scandalo e alla superficialità. Molti utenti in rete si sono chiesti il perché di una simile scelta da parte del direttore artistico, oppure sono rimasti basiti dal suo denudarsi. Il problema non è affatto questo, semmai sono i contenuti delle argomentazioni a essere sterili.

L’iconografia portata sul palco dal cantante romano si lega a una precisa componente storica, artistica e religiosa; essa raffigura l’atto in cui San Francesco si spoglia delle sue ricchezze e si avvicina all’ideale di fratellanza, solidarietà e uguaglianza. Ora, Achille Lauro non è paragonabile nemmeno lontanamente a San Francesco, ma sicuramente i suoi testi e i suoi atteggiamenti al di fuori del palcoscenico denotano una persona ben diversa. Un ragazzo umile, che si è fatto da solo (è proprio il caso di dirlo), lavorando sodo e istruendosi in maniera autonoma. È proprio la curiosità, il non arrendersi mai alla propria sete di conoscenza, l’osare e poi venire criticato ogni volta che lo rende più forte e sempre sulla cresta dell’onda. Achille Lauro è un portatore di novità, ma al contempo una figura delicata che va preservata.

Il titolo Me ne frego sembra alludere a un motto del ventennio fascista, ma in realtà si tratta ancora una volta di una ribellione a un sistema ordinato, di preconcetti e di sovrastrutture. Con il suo gesto Lauro ha scardinato un vecchio mondo, portando a quell’idea di arte totalizzante. Sembra assurdo, ma vedendo attraverso le righe si scopre tutto questo.

Le sue provocazioni non finiscono qui, nelle prossime serate del Festival di Sanremo porterà sul palco altre sperimentazioni. Sebbene non siano una novità assoluta, negli ultimi anni sono tornate molto in voga, soprattutto al di fuori dell’Italia.

Non è possibile paragonare Achille Lauro ai grandi cantanti del passato, perché è figlio del suo tempo e probabilmente del suo pubblico. I suoi testi inoltre ci trasportano in un’atmosfera rockeggiante degli anni ottanta, nella Dance degli anni Novanta fino alla Trap dei nostri giorni.

Il problema infine è che l’apparenza molto spesso inganna; se le sue sperimentazioni le avesse fatte un cantante già molto affermato, non avrebbero avuto le critiche di un pubblico restio e a tratti incompetente. È impossibile portare una novità nel panorama della musica italiana, perché non si è ancora pronti, o si ha paura di qualche deriva. Se non rompiamo gli schemi, non sapremo mai cosa ci attende. Le sperimentazioni, belle o brutte che siano, vanno fatte, dobbiamo apprezzare chi mostra coraggio e soprattutto non demonizzarle.

In un mondo accecato dall’odio, la musica di Achille Lauro dà una carica esplosiva di bontà, una lettura più profonda della nostra società e soprattutto invita a ripensare al nostro modo di vivere. Tutto ciò è fatto senza toni profetici o allusioni a qualche partito, o lobby (tendenza di retropensiero molto diffusa oggi). Molto spesso essere semplici e diretti conduce in due direzioni: o l’artista viene esaltato, oppure c’è la massima derisione.

Achille Lauro, durante il suo percorso, subisce un mix di esaltazione e derisione; la sua anima è come Pierrot, clownesca all’esterno e incredibilmente triste al suo interno. Proprio per questo molto più autentica.

Daniele Altina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...