Oltre le apparenze: Dentro i social di Bobo Vieri

Un giocatore che non segue soltanto le mode, ma che diventa egli stesso un modello da imitare. A tratti irraggiungibile.

Cristian Vieri, conosciuto da tutti come Bobo, è stato uno dei più grandi calciatori italiani degli anni Novanta e inizio Duemila. È stato un simbolo come Alessandro Del Piero, Fabio Cannavaro, Javier Zanetti e Francesco Totti (solo per citarne alcuni). A fine carriera, però, come tanti altri giocatori, anche per Bobo si è posto il problema di intraprendere un’altra attività. Qualcosa che rispecchiasse il suo animo curioso, che riguardasse il calcio o lo sport in generale. Questo è spesso il destino di ex calciatori, che terminata l’attività agonistica o restano nel mondo del calcio come allenatori, dirigenti o esponenti della Lega Calcio, oppure si dedicano ai loro investimenti (aziende, agenzie immobiliari di lusso ecc.). Il caso di Vieri è un po’ diverso. Non segue le regole di un percorso lineare. È uno di quelli che sta avendo più notorietà ora, che ai tempi in cui militava all’Inter, Milan, Juventus o la Lazio. La sua attività extracalcistica sta portando l’attaccante più affamato di sempre alla ribalta. Non solo in Italia, ma anche a Miami e in Francia, dove è commentatore sportivo per diverse emittenti.

Dopo il rapidissimo excursus sulla sua carriera è necessario soffermarsi più da vicino sulla sua attività sui social network, in particolare Instagram. Come si sa, la posizione su questa piattaforma deve essere costante. I contenuti vanno postati sulla rete quotidianamente (nel caso di Vieri anche 4-5 volte al giorno o più, a seconda degli eventi). Ne sono una prova le varie iniziative promosse da Bobo: Bobo’s Summer Cup, Bobo Dj ecc. Per quanto riguarda la prima si tratta di un torneo estivo di calcio-tennis che si svolge in diverse località del Mediterraneo italiane e spagnole; invece Bobo Dj riguarda un tour nelle discoteche, in cui il campione è accompagnato da deejay molto famosi. Non dobbiamo tralasciare il brand che ha creato. Oltre al più famoso Sweet Years, fondato insieme a Maldini, anche per i due eventi sopracitati c’è un ricco e ampio merchandising. Inoltre il primo social network di Cristian Vieri conta circa 2 milioni di follower. Ogni foto e video raggiungono circa 120mila follower e migliaia di visualizzazioni. Segno che Bobo come Social media Manager funziona davvero.

Questi sono soltanto dei numeri. Se confrontassimo anche il pubblico presente sulle spiagge o in discoteca, che conosce Bobo ma non lo segue sui social, la cifra è davvero impressionante. Il prezzo del successo però va conquistato giorno per giorno. Non si arriva così in poco tempo. Nel caso specifico, Vieri è stato sempre un calciatore che ha fatto parlare molto di sé. Uno di quelli che viveva la sua vita extracalcistica a mille all’ora, nonostante gli aspettasse una partita difficile il giorno dopo. Uno di quei classici casi di genio e sregolatezza. La sua fortuna, se così si può dire, deriva dall’essere innanzitutto poliglotta. Infatti parla fluentemente italiano e inglese. Non è un caso che negli States lavora per un’emittente della Fox. A differenza di altri campioni è riuscito a ritagliarsi uno spazio fuori dal campo. Quello fatto di musica e divertimento. Insomma ciò che gli riesce meglio. Gioca molto con la sua astuzia, calibra ogni frase e anche se appare sempre così sornione, dietro c’è sempre qualcosa di ragionato. Di studiato. Qualcosa che all’apparenza è banale, ma dietro nasconde una preparazione e un aggiornamento continuo.

Si tratta di un fenomeno del web differente dagli altri per diversi motivi. Per prima cosa egli mescola tradizione e novità. Da un lato è seguito da tanti appassionati di calcio che hanno un fantastico ricordo di lui sul campo, quindi l’interesse di una fascia d’età che si muove dai 25-30 anni in su; dall’altro è sintomo di una novità, perché è presente e attivo sui social, e crea i cosiddetti trend topic, le tendenze. Tra queste ultime ricordiamo la Bobo dance, un ballo che era in voga tra i giovani la scorsa estate. Un altro esempio è rintracciabile nella scelta di postare le maglie delle squadre nelle quali ha militato. In generale basta un commento, un gesto o una parola che subito diventa moda. Questo è sicuramente uno dei punti di forza di Bobo.

Oggi di sicuro non esistono mezze misure: Vieri o lo ami o lo odi. E non è la solita banalità che scaturisce dopo la visione di alcuni suoi video. No, è il cuore di tutta l’analisi. Il suo atteggiamento dentro e fuori dal campo è differente. Sfacciato nella vita quotidiana e un professionista serio e rigoroso durante le partite. Queste due caratteristiche l’hanno portato lontano, probabilmente in un Olimpo dove trovano spazio anche le stelle italiane. Bobo ha maturato il suo talento con la testa e con i piedi. Nell’età adulta si è saputo vendere con abilità, in un mondo dove se ti fermi, anche solo per un secondo, sei tagliato fuori. Una giungla in cui facilmente finisci nel dimenticatoio. E non importa se sei stato un calciatore che ha realizzato tanti goal, hai vinto trofei e hai una splendida famiglia. È necessario reiventarsi di continuo. I social rispecchiano la frenesia di questi anni, Vieri con la sua tenacia è sicuramente uno dei prodotti più riusciti del web.  

Daniele Altina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...