Tu chiamale se vuoi scomposizioni

Presentazione di Scrittura Scomposta

Il contenitore di storie, notizie, commenti e riflessioni Scrittura Scomposta ha appena fatto il suo ingresso nel mondo dei blog. Chi parla non sa cosa vuole fare da grande. Ha ancora le idee un po’ confuse, però di una cosa è certo: dedicherà tutto l’impegno per la realizzazione di ogni singola parola che comparirà su questo dominio. È una promessa. Solitamente le promesse si mantengono per non deludere le aspettative dei lettori. Questa è una stretta di mano virtuale tra chi scrive e chi legge.

Intanto la sala inizia a riempirsi, nel breve comunicato si leggono i nomi degli invitati stampa e brevi accenni di ciò che succederà: «Oggi sarà tutto all’insegna dell’allegria e novità».

Continua poi: «Da domani invece si penserà al resto. Alla vita vera».

Tra gli invitati riconosciamo almeno sei giornalisti famosi: Giacomo Allegretti Corriere di Frosolone, Michele Frescolini Vada Oggi, Giovanni Spilungone Oggi Nuovo Sessano, Francesco Carpiotti Busto Corsara, Lucio Fremalli Frascati Sera e Alessandro Sepini La Corrida di Sala.

Le prime parole dello speaker interrompono le discussioni tra i presenti.

«Buongiorno». «Prego, accomodatevi c’è posto anche qui davanti».

«Benvenuti alla conferenza di apertura di Scrittura Scomposta che non è solo un blog ma qualcosa di più».

«Non vi anticipo nulla, i dettagli li scoprirete tra poco».

«Prima di iniziare, vorrei ringraziare l’autore del blog Daniele Altina, la magnifica sala che ci ospita e tutti voi per gli interventi che farete».

Applausi e dopo la breve introduzione al via con le domande.

«Buongiorno, sono Lucio Fremalli di Frascati Sera, volevo sapere come è nato questo blog».

«Grazie per il suo intervento». Colpo di tosse, un secondo di pausa e poi: «Come detto poc’anzi si tratta di un contenitore. C’era l’esigenza di non perdere del materiale creato in questi anni e allo stesso tempo di diffonderlo sul web».

«Michele Frescolini Vada Oggi». «Di cosa si occuperà nello specifico?».

«Scrittura Scomposta darà spazio alle nuove istanze culturali che spazieranno dal cinema alla letteratura, passando per le mostre degli artisti più famosi tra Italia e Europa, arrivando fino alla musica, recensioni e articoli di commento sulle vicende più scottanti, in cui non si può tacere». Aggiunge dopo un istante: «Ah! Si occuperà anche di poesia. Componimenti scritti dall’autore in persona».

«Salve, Giacomo Allegretti Corriere di Frosolone. Come mai la scelta di questo nome?».

«L’idea del nome è stata concepita una notte di qualche settimana fa. Scrittura Scomposta è un gioco di parole, che fa pensare a una frattura in cui le ossa sono spostate. C’è una situazione di disordine. Allo stesso modo questo blog vuole ordinare notizie scomposte, disordinate. Tutto viene riportato all’unità attraverso la scrittura e le parole».

«Giovanni Spilungone Oggi Nuovo Sessano.Non è un buon momento per l’editoria, perché ha scelto di uscire proprio adesso?».

Sorride. Poi l’aspirante giornalista risponde: «Amo le sfide. In periodi come questo ciò che porta a uscire dalla crisi è la creatività, le nuove idee. Anche in questo settore è necessario un cambiamento. Una nuova integrazione tra web e cartaceo, tra selezione delle notizie e il tutto presente in rete, tra qualità e quantità».  

«Francesco Carpiotti, Busto Corsara, mi riallaccio alla domanda del mio collega precedente, quindi c’è alla base un intento politico».

«Assolutamente no. Non sono io a dovermi occupare di politica. Provo a far chiarezza su alcuni punti e difendere dagli attacchi gratuiti, insensati che possono generarsi in un luogo di discussione. Quello che interessa di più in Scrittura Scomposta è dar voce a una cultura fruibile per tutti. Se un articolo o una pagina possono rallegrare, incuriosire, altre volte far arrabbiare si raggiunge lo scopo. Insomma generare una reazione».

«Ultima domanda al signor Sepini della Corrida di Sala».

«Innanzitutto le faccio i miei auguri e vorrei chiederle quando usciranno i nuovi contenuti».

Con le guance arrossate il blogger risponde: «Grazie».

«I nuovi articoli usciranno molto presto. Sono in fase di elaborazione».

«Un ringraziamento a tutti e non resta che augurarvi una buona lettura».

Finita la cerimonia, giornalisti e curiosi si avvicinano al buffet per brindare con un buon spumante e scambiarsi le reciproche impressioni.

Daniele Altina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...